violenza sulle donne
46

Può un’aggressione sessuale modificare il cervello delle donne?

• di Francesca Mamo •     In un recente studio condotto in Scientific Reports, l’autrice Tracey Shors, professoressa del Dipartimento di Psicologia e del Centro per la collaborazione delle Neuroscienze presso la Scuola delle Arti e delle Scienze, ha scoperto che in età prepuberale, i roditori di sesso femminile in coppia con maschi sessualmente esperti, riportavano […]

one way
45

10 errori che le persone di successo non rifarebbero

• di Francesca Mamo •   “Mai tornare indietro.” Che cosa vuol dire? Dalle osservazioni di persone di successo, lo psicologo clinico e autore di “Never Go Back: 10 cose che non farò mai più” (Howard Books, giugno 2014), il Dr. Henry Cloud ha scoperto che acquisire alcune consapevolezze, nella vita e nel mondo degli affari, porta […]

Afefobia
49

Paura del contatto fisico. L’Afefobia.

   • di Gabriella Attimonelli • La paura del contatto fisico è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti  di toccare e di essere toccati da altre persone. L’afefobia o aptofobia è una fobia che comporta grande disagio e in alcuni casi repulsione, nei confronti del contatto fisico (sia dato che ricevuto) percepito come una […]

Dipendenza da zuccheri
44

Dipendenza da zuccheri, non sottovalutiamola!

• di Francesca Mamo •   La neuroscienziata, Prof. Selena Bartlett, dell’Istituto di Salute e Innovazione Biomedica QUT, ha riferito in uno studio pubblicato dalla rivista internazionale di ricerca PLOS One, che i farmaci utilizzati per trattare la dipendenza da nicotina potrebbero essere utilizzati anche per il trattamento della dipendenza da zuccheri negli animali. L’assunzione cronica di […]

cure materne
43

La mamma aiuta la memoria: lo dice la scienza

• di Cinzia Correale • Uno studio condotto dall’equipe di ricerca della Dott.ssa Joan L. Luby, del Dipartimento di Psichiatria della Washington University in St. Louis (US), confermerebbe l’importanza delle cure materne in età precoce. Questo effetto positivo era già stato largamente osservato nelle specie animali, in particolare nei ratti, dove si era appurato uno sviluppo dell’ippocampo in […]